Si è laureato in Scienze politiche all’Università di Bologna con David W. Ellwood. Giornalista professionista dal 1998, è stato redattore del quotidiano “Modena Mattina-l'Unità” e ha diretto diversi periodici modenesi. Svolge attività di comunicazione pubblica e si occupa di ricerche sulla Prima guerra mondiale e sulla storia politica e sociale del Novecento. Collabora con il Gruppo studi Bassa modenese e con l’Istituto storico di Modena.

Ha pubblicato diversi saggi e volumi, tra i quali: 1918 Prigionieri italiani in Emilia (Modena, Il Fiorino, 2008); Tra la falce e il moschetto (San Felice sul Panaro, Gruppo studi Bassa modenese, 2008); Modena e provincia nella Grande Guerra (Mirandola, Comune di Mirandola, 2008); Marco Guidelli Guidi. La vita del Comandante “Max” (Bomporto, Comune di Bomporto-Istituto Storico di Modena, 2009). Ha curato le biografie di Attilio Lolli e Confucio Basaglia, figure chiave del socialismo riformista modenese, e ha realizzato un saggio sulle trasformazioni socio-culturali di Carpi tra Otto e Novecento nella Storia di Carpi Vol. III-tomo I edita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi (2010). È coautore di Una regione ospedale (Bologna, Clueb, 2010, con Francesco Paolella e Felicita Ratti), sull’impatto e le conseguenze della Grande Guerra sulla sanità, la salute e la cura delle persone in Emilia-Romagna. Insieme a Carlo De Maria ha pubblicato Novecento a Carpi. Istituzioni, comunità, impresa (Carpi, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, 2012). È tra i curatori del Dizionario storico dell’antifascismo modenese (Milano, Unicopli, 2012). Si è occupato anche degli anni tra Seconda guerra mondiale e ricostruzione nel volume La paura, le macerie, la rinascita: occupazione tedesca, bombardamenti alleati e avvio della ricostruzione nella Bassa modenese (1943-1946), San Felice sul Panaro, Gruppo studi Bassa modenese, 2012, e dell'emigrazione antifascista a Ginevra e nell’Alta Savoia. Nel 2013 ha pubblicato un saggio intitolato Rigenerazione, rieducazione, redenzione. Milano e il corpo dei soldati, nel volume Fronti interni. Esperienze di guerra lontano dalla guerra 1914-1918 (Napoli, ESI). Nel 2014 ha curato, insieme a Luca Gorgolini, il dossier sulla Grande Guerra della rivista on line degli Istituti storici emiliano romagnoli “E-Review”.

Come documentarista ha realizzato nel 2010 un cortometraggio intitolato Una miniera di ricordi, sulle miniere di zolfo di Sassoferrato, presentato in diversi festival italiani e pubblicato nel dvd Memorie Migranti 2011 (Museo regionale dell’emigrazione Pietro Conti di Gualdo Tadino - Rai Teche).